Il culto dell’Acqua nel Villaggio Nuragico di Sa Sedda ‘e Sos Carros nel territorio del Supramonte (NU)

Nel cuore dell’arido e calcareo ambiente del Supramonte, in Barbagia, l’acqua è sempre stato un elemento molto prezioso, tanto che le civiltà antiche instauratesi nella Valle di Lanaittu, nel territorio di Oliena (NU) la veneravano come divinità.

E proprio alla divinità Acqua è dedicato il tempietto ritrovato all’interno del Villaggio Nuragico Sa Sedda ‘e Sos Carros, un complesso risalente al 1.200 a.C. in cui manca la struttura centrale del Nuraghe, e comprendente una serie di capanne a pianta circolare e ovale.

Il villaggio risalente alla prima età del Ferro e del Bronzo, è importante sia per il ritrovamento della fonte, che di alcuni manufatti di ferro e bronzo.

Il tempio a pianta circolare è costruito con enormi blocchi di calcare bianco e basalto scuro geometricamente tagliati e squadrati, con al centro un bacile monolitico perfettamente rotondo, in cui confluiva l’acqua raccolta nel canale ricavato dallo spessore murario e che poi zampillava dai fori delle teste di muflone scolpite in altorilievo sulle pareti. Un miracolo dell’architettura antica, difficile da spiegarsi la tecnica di incisione della pietra per l’epoca. Uno spettacolo indescrivibile.

Il sito è raggiungibile tramite una panoramica strada sterrata che potrete prendere dalla statale che va da Oliena in direzione Dorgali e che vi condurrà anche alla fonte di Su Gologone.

Per raggiungere il villaggio nuragico attraverserete il territorio delle “Dolomiti Sarde”, con il Monte Tiscali, costeggerete il Canyon dell’Altopiano del Gollei, fino a raggiungere la Valle di Lanaittu.

Percorrendo la strada sterrata arriverete ad un punto in cui troverete una costruzione recente sede delle informazioni turistiche.

La visita al sito nuragico è soltanto guidata e prevede un percorso in salita, su strade sterrate nel bosco di circa una decina di minuti, per cui è consigliabile indossare delle scarpe da tennis o da trekking. Se volete potrete aggiungere a pari prezzo anche la visita alla Grotta Corbeddu.

Sa Sedda ‘e Sos Carros è uno dei tanti motivi per visitare la Barbagia ed il Supramonte, che racchiude in sé, oltre ad un paesaggio mozzafiato, tante meraviglie del mondo antico.

Paola Gentili

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...