Case a 1 euro, è arrivata l’ora di acquistarle…

Acquistare una casa al prezzo simbolico di un euro sembra un sogno, che invece attraverso il progetto “Case a 1 euro” a cui hanno già aderito diversi Comuni Italiani, da nord a sud, indicendo appositi bandi di gara, è diventato realtà.

La motivazione che ha spinto i sindaci dei Comuni e dei graziosi borghi storici ad aderire a questa iniziativa è dovuta allo spopolamento di questi centri da parte dei giovani in cerca di un lavoro nelle grandi città, e al conseguente abbandono dei centri storici al punto che molte case hanno bisogno di urgenti lavori di ristrutturazione e di messa in sicurezza. L’obiettivo dei sindaci dei Comuni che aderiscono a questa proposta è quello di riqualificare il centro del paese mettendo in vendita immobili antichi inutilizzati, quali ville o appartenenti a privati, che sarebbero destinati all’abbandono o alla demolizione.

Gli immobili vengono ceduti in donazione al Comune che tramite appositi bandi li vende alla cifra simbolica di 1 euro.

Ovviamente chi compra casa a 1 euro dovrà rispettare alcune condizioni: l’acquirente si impegnerà a ristrutturare e rivalutare l’immobile entro 365 giorni dall’acquisto, a sostenere le spese notarili per la registrazione, le volture e l’accatastamento e dovrà avviare i lavori entro due mesi di tempo dal momento in cui avrà tutti i permessi.

A garanzia della sicurezza dell’acquisto da parte del compratore il Comune chiede di stipulare una polizza fideiussoria di 5mila euro della durata di tre anni che a scadenza verrà rimborsata.

Comprare casa a 1 euro è possibile, ma l’acquirente dovrà assicurare la copertura dei costi di ristrutturazione degli immobili, anche avvantaggiandosi dei contributi per ristrutturazioni edilizie e energetiche, come per esempio il superbonus del 110% inserito nella Legge di Bilancio 2021.

I Comuni italiani che hanno messo a disposizione case a 1 euro aderendo all’iniziativa con il bando pubblico per l’assegnazione degli immobili sono elencati nel sito ufficiale https://casea1euro.it e sono sparsi in tutta Italia, dal nord al Sud e anche nelle Isole.

Ne citiamo alcuni a titolo di esempio.

Nella provincia di Imperia, Triora, l’antico “Borgo delle Streghe” ha indetto il bando per l’assegnazione di immobili da ristrutturare e mettere in sicurezza ad un euro, purchè l’acquirente si impegni a presentare, entro 6 mesi, un progetto di ristrutturazione e garantisca di terminare i lavori di recupero entro al massimo 4 anni dalla stipula del contratto di vendita. Uno dei criteri con cui si potrà ottenere un punteggio di alto nell’assegnazione dell’immobile sarà per esempio la volontà di avere una famiglia con bambini.

Andando nelle Isole, in Sicilia all’interno del Parco dei Monti Nebrodi, l’antico borgo di Troina, uno dei borghi più belli d’Italia, ha aderito alla campagna per recuperare i tanti immobili abbandonati e destinarli ad agenzie, società, cooperative e cittadini privati, che siano però disponibili a investire in un progetto di recupero e valorizzazione del territorio.

In Puglia, al confine con il Molise, a Biccari in provincia di Foggia, una perla che piace sia agli amanti del mare che della montagna, si trovano case in vendita da 1 euro a 15 mila euro a seconda degli interventi di ristrutturazione di cui necessitano.

In Campania il Comune di Pietramelara, vicino al Parco del Matese, nella Valle dei 5 castelli, ha indetto il bando per le case a 1 euro, rivolgendosi sia a chi voglia acquistarle a scopo abitativo, anche lavorando in smart working visto che l’area è raggiunta dalla fibra ottica, sia a chi voglia intraprendere attività imprenditoriali sul luogo, favorendo lo sviluppo economico della zona con attività produttive tipo B&B, alberghi diffusi o ristoranti.

A chi non piacerebbe acquistare ad un prezzo incredibilmente conveniente una casa in un incantevole borgo medievale, o in un paesino a due passi dal mare o in montagna? Ma udite udite anche in città come Taranto o Sassari?

A Taranto il Comune ha indetto un bando per l’assegnazione di sei immobili ad un euro situati in punti strategici di Taranto Vecchia con l’obiettivo di ridare slancio e anima al centro storico della città. Effettivamente acquistare case a 1 euro in un grazioso centro storicocome quello di Taranto, a due passi dal mare, è  un affare da non lasciarsi sfuggire e infatti anche gli stranieri hanno iniziato ad interessarsi e puntano a trasformare le unità immobiliari non tanto in abitazioni ma in strutture ricettive.

È inoltre una notizia recentissima, quella che anche il Comune di Sassari potrebbe aderire alla proposta del progetto Case a 1 euro, con la messa in vendita di immobili situati all’interno del suo pittoresco centro storico.

Sassari centro storico

L’obiettivo è sempre lo stesso, ridare anima al centro storico della città e rilanciare l’economia.

Aspiranti imprenditori, titolari di B&B, ristoranti alberghi o giovani coppie con il desiderio di fare famiglia, fatevi avanti!

Paola Gentili

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...